Sistemi Forestali e Ambientali

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE

Presentazione del Corso di Laurea

Il corso di laurea magistrale in Sistemi forestali e ambientali si propone di fornire conoscenze avanzate e capacità professionali utili allo svolgimento delle molteplici e complesse attività connesse all’utilizzo sostenibile delle risorse naturali tra cui gestione, monitoraggio, pianificazione, progettazione, interventi di protezione civile, produzioni principali e secondarie dei boschi, delle aree montane e di quelle marginali agli usi agricoli intensivi.

Il corso di laurea magistrale si articola in attività finalizzate a sviluppare competenze aderenti agli obiettivi formativi qualificanti la classe LM-73 Scienze e tecnologie forestali ed ambientali. In particolare saranno svolte attività formative utili:

  • ad acquisire conoscenze, a carattere specialistico, dei sistemi forestali e ambientali, dei territori rurali in ambito montano; ad utilizzare avanzati strumenti informatici di lettura e di interpretazione di dati relativi al territorio montano e rurale;
  • a svolgere funzioni di coordinamento, ad assumere responsabilità di progetti e di strutture;
  • ad affrontare con approccio olistico l’analisi dei sistemi forestali ed ambientali, al fine di valorizzarne la complessità e la biodiversità, nell’ambito della gestione sostenibile, della prevenzione dei processi di degrado ambientale e dei grandi rischi;
  • ad gestire e progettare gli interventi per una produzione del bosco eco-compatibile ad acquisire i metodi fondamentali dell’indagine scientifica per essere in grado di collaborare ad attività sperimentali e di finalizzare le conoscenze alla soluzione dei problemi tecnici del settore forestale e ambientale.

Insegnamenti dei Curricula del Corso di Laurea in Sistemi Forestali e Ambientali

Anno di corso: 1 (A.A. 2017/2018)

  • ALTRE ATTIVITA’ FORMATIVE – 5 CFU – Altro – Obbligatoria
  • GEOLOGIA AMBIENTALE – 6 CFU – Caratterizzante
  • MECCANIZZAZIONE FORESTALE – 6 CFU – Affine/Integrativa
  • MONITORAGGIO E SALVAGUARDIA DELLO STATO SANITARIO DEI SISTEMI FORESTALI – 12 CFU
  • MONITORAGGIO MICROBIOLOGICO ED ECO-CERTIFICAZIONE FORESTALE E AMBIENTALE – 6 CFU – A scelta dello studente – Opzionale
  • PIANIFICAZIONE DEL PAESAGGIO RURALE – 8 CFU – Caratterizzante
  • SISTEMI INFORMATIVI GEOGRAFICI (GIS) PER L’IDROLOGIA APPLICATA – 3 CFU – A scelta dello studente – Opzionale
  • TECNICHE DI VALUTAZIONE DEL TERRITORIO – 7 CFU – Caratterizzante
  • TECNICHE DI VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE – 6 CFU – A scelta dello studente – Opzionale
  • VALUTAZIONE ECONOMICA DI IMPATTO AMBIENTALE – 6 CFU – Caratterizzante

Anno di corso: 2 (A.A. 2018/2019)

  • ARBORICOLTURA DEL LEGNO E BIOMASSA – 6 CFU – Caratterizzante
  • INGLESE TECNICO – 5 CFU – Altro
  • PIANTE OFFICINALI E FRUTTICOLTURA MONTANA – 6 CFU
  • PRODUZIONI FORESTALI MINORI – 8 CFU
  • PROVA FINALE – 5 CFU – Lingua/Prova Finale – Obbligatoria
  • SISTEMI FORAGGERI E ZOOTECNICI – 12 CFU
  • TECNICHE VIVAISTICHE – 6 CFU – Caratterizzante

Anno di corso: 1 (A.A. 2017/2018)

  • ALTRE ATTIVITA’ FORMATIVE – 5 CFU – Altro – Obbligatoria
  • GEOLOGIA AMBIENTALE – 6 CFU – Caratterizzante
  • MECCANIZZAZIONE FORESTALE – 6 CFU – Affine/Integrativa
  • MONITORAGGIO E SALVAGUARDIA DELLO STATO SANITARIO DEI SISTEMI FORESTALI – 12 CFU
  • MONITORAGGIO MICROBIOLOGICO ED ECO-CERTIFICAZIONE FORESTALE E AMBIENTALE – 6 CFU – A scelta dello studente – Opzionale
  • PIANIFICAZIONE DEL PAESAGGIO RURALE – 8 CFU – Caratterizzante
  • SISTEMI INFORMATIVI GEOGRAFICI (GIS) PER L’IDROLOGIA APPLICATA – 3 CFU – A scelta dello studente – Opzionale
  • TECNICHE DI VALUTAZIONE DEL TERRITORIO – 7 CFU – Caratterizzante
  • TECNICHE DI VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE – 6 CFU – A scelta dello studente – Opzionale
  • VALUTAZIONE ECONOMICA DI IMPATTO AMBIENTALE – 6 CFU – Caratterizzante

Anno di corso: 2 (A.A. 2018/2019)

  • ASSESTAMENTO FORESTALE – 7 CFU – Caratterizzante
  • ECOFISIOLOGIA DEI SISTEMI ARBOREI – 7 CFU – Caratterizzante
  • INGLESE TECNICO – 5 CFU – Altro
  • PROGETTAZIONE E GESTIONE DEL VERDE URBANO E PERI-URBANO – 6 CFU – Caratterizzante
  • PROVA FINALE – 5 CFU – Lingua/Prova Finale – Obbligatoria
  • SISTEMI FORAGGERI E ZOOTECNICI – 12 CFU
  • TECNOLOGIA DEL LEGNO E UTILIZZAZIONI FORESTALI – 6 CFU – Affine/Integrativa

Anno di corso: 1 (A.A. 2017/2018)

  • ALTRE ATTIVITA’ FORMATIVE – 5 CFU – Altro – Obbligatoria
  • GEOLOGIA AMBIENTALE – 6 CFU – Caratterizzante
  • MECCANIZZAZIONE FORESTALE – 6 CFU – Affine/Integrativa
  • MONITORAGGIO E SALVAGUARDIA DELLO STATO SANITARIO DEI SISTEMI FORESTALI – 12 CFU
  • MONITORAGGIO MICROBIOLOGICO ED ECO-CERTIFICAZIONE FORESTALE E AMBIENTALE – 6 CFU – A scelta dello studente – Opzionale
  • PIANIFICAZIONE DEL PAESAGGIO RURALE – 8 CFU – Caratterizzante
  • SISTEMI INFORMATIVI GEOGRAFICI (GIS) PER L’IDROLOGIA APPLICATA – 3 CFU – A scelta dello studente – Opzionale
  • TECNICHE DI VALUTAZIONE DEL TERRITORIO – 7 CFU – Caratterizzante
  • TECNICHE DI VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE – 6 CFU – A scelta dello studente – Opzionale
  • VALUTAZIONE ECONOMICA DI IMPATTO AMBIENTALE – 6 CFU – Caratterizzante

Anno di corso: 2 (A.A. 2018/2019)

  • AGROMETEOROLOGIA, ANALISI E MONITORAGGIO DEL CAMBIAMENTO CLIMATICO – 7 CFU – Caratterizzante
  • GESTIONE E VALUTAZIONE DEL RISCHIO AMBIENTALE – 13 CFU
  • INGLESE TECNICO – 5 CFU – Altro
  • PREVENZIONE E CONTROLLO DEGLI INCENDI BOSCHIVI – 6 CFU – Caratterizzante
  • PROVA FINALE – 5 CFU – Lingua/Prova Finale – Obbligatoria
  • SISTEMI DI TELECOMUNICAZIONE PER LA PROTEZIONE CIVILE – 6 CFU – Affine/Integrativa
  • TECNICHE DI PROTEZIONE CIVILE – 6 CFU – Caratterizzante

Obiettivi formativi

Il corso di laurea magistrale in Sistemi forestali e ambientali si propone di fornire conoscenze avanzate e capacità professionali utili allo svolgimento delle molteplici e complesse attività connesse all’utilizzo efficiente e sostenibile delle risorse naturali nonché al monitoraggio, pianificazione, progettazione e gestione dei sistemi forestali e ambientali. Il corso di laurea magistrale si articola in attività finalizzate a sviluppare competenze aderenti agli obiettivi formativi qualificanti la classe LM-73 Scienze e tecnologie forestali ed ambientali. In particolare saranno svolte attività formative utili:

  • ad acquisire conoscenze, a carattere specialistico, dei sistemi forestali e ambientali e dei territori rurali e in ambito montano;
  • ad utilizzare avanzati strumenti informatici di lettura e di interpretazione di dati relativi al territorio montano e rurale;
  • a svolgere funzioni di coordinamento, ad assumere responsabilità di progetti e di strutture;
  • ad affrontare con approccio olistico l’analisi dei sistemi forestali ed ambientali, al fine di valorizzarne la complessità e la biodiversità, nell’ambito della gestione sostenibile;
  • ad acquisire i metodi fondamentali dell’indagine scientifica per essere in grado di collaborare ad attività sperimentali e di finalizzare le conoscenze alla soluzione dei problemi tecnici del settore forestale e ambientale.

Il corso di laurea magistrale in Sistemi forestali e ambientali ha di norma la durata di due anni e corrisponde al conseguimento di 120 crediti formativi universitari (CFU). Si conclude con l’acquisizione dei CFU corrispondenti al superamento della prova finale. Il percorso formativo di ogni studente è orientato da una commissione di tutorato che opera all’interno del corso di studio. Le attività didattiche saranno organizzate su base semestrale e saranno previste diverse tipologie (lezioni frontali, esercitazioni, attività pratiche, laboratori, attività seminariali, tirocinio) a seconda delle caratteristiche culturali e formative dei singoli insegnamenti. La ripartizione dell’impegno orario riservato a ciascun CFU è normata dal Regolamento didattico di Dipartimento. I corsi di insegnamento possono essere di tipo monodisciplinare e/o di tipo integrato, secondo quanto previsto dal Regolamento didattico di Dipartimento. Per la valutazione del raggiungimento degli obiettivi di apprendimento attesi, possono essere previste, oltre alle prova di profitto, una o più prove in itinere; le prove potranno essere scritte, orali e/o pratiche. Lo studente potrà acquisire i CFU a scelta libera, optando per qualsiasi insegnamento offerto dall’Università degli Studi di Sassari, purchè riconosciuto coerente con il percorso formativo da parte della Commissione Didattica del corso di laurea. Per l’acquisizione dei CFU previsti per altre attività lo studente potrà partecipare a seminari, convegni, corsi di lingua o di informatica e ulteriori attività proposte annualmente dal Dipartimento allo scopo di rendere attuale la proposta didattica. La frequenza è fortemente raccomandata per tutte le attività didattiche; il manifesto degli studi stabilisce annualmente la percentuale di frequenza obbligatoria, eventualmente con la distinzione fra studenti a tempo pieno e lavoratori.

Skills

Il corso di laurea magistrale in sistemi forestali e ambientali prevede un primo anno comune e una successiva articolazione in tre curricula distinti. I corsi del primo anno comune hanno l’obiettivo di ampliare le conoscenze del laureato triennale su aspetti dei territori forestali e montani con particolare riguardo a quelli di ambito mediterraneo. In particolare verranno acquisite conoscenze sulla pianificazione del territorio rurale anche nell’ottica di procedure di valutazione della potenzialità produttiva (Land e Suitability classification) e di impatto ambientale, sugli aspetti geologici e morfologici del territorio e loro influenza nella gestione e meccanizzazione degli interventi in ambito forestale e ambientale, sul monitoraggio fitosanitario con approfondimenti sia sulla entomofauna, sia sulle avversità fitopatologiche.

Alla fine del percorso formativo il laureato in Sistemi forestali e ambientali ha conoscenza dei metodi di indagine propri delle Scienze Forestali e Ambientali ed è in grado di affrontare con approccio olistico l’analisi e la progettazione dei sistemi forestali ed ambientali, valutandone la complessità e la biodiversità, applicando i metodi fondamentali dell’indagine scientifica per la risoluzione dei problemi nel settore forestale e ambientale. Possiede le conoscenze teoriche, operative e di laboratorio per operare interventi appropriati nei diversi settori delle attività forestali e ambientali, con particolare riferimento:

  • alla pianificazione e gestione sostenibile delle risorse dell’ambiente forestale;
  • al miglioramento dei sistemi forestali e ambientali;
  • al monitoraggio ambientale, connessi ai rischi chimici e biologici negli ambienti forestali e montani;
  • alla conservazione delle biodiversità animali e vegetali;
  • alla prevenzione e cura delle specie forestali con strategie e tecniche di difesa fitosanitarie rispettose dell’ambiente;
  • alla protezione e conservazione del suolo e dell’ambiente montano;
  • alla valutazione di impatto ambientale.
  • alla prevenzione dei grandi rischi ambientali e alla gestione dei primi interventi per la sicurezza del territorio e delle popolazioni;
  • alla progettazione e alla gestione delle produzioni secondarie del bosco compatibili con la sua potenzalità.

Il laureato in Sistemi forestali e ambientali avrà conoscenze dell’ecofisiologia delle specie forestali e dei metodi di monitoraggio, d’inventario, di trattamento silvocolturale e pianificazione della gestione dei boschi al fine di migliorarne le funzioni ecologiche e produttive comprese quelle secondarie; acquisirà conoscenze e metodi d’indagine e monitoraggio microbiologico e biochimico del suolo fondamentali per la tutela, la conservazione, la salute e la produttività del sistema agroforestale; avrà padronanza delle tecniche e delle metodologie di valutazione del territorio, del corretto utilizzo degli indicatori fisici, chimici e biologici, dei principi generali di governance per un’adeguata gestione e certificazione dei sistemi forestali e ambientali, della prevenzione dei grandi rischi e delle procedure di primo intervento di protezione civile in ambito forestale e montano. Modalità di acquisizione e strumenti didattici: le conoscenze di metodo e di contenuto culturale, scientifico e professionale saranno acquisite attraverso corsi strutturati in unità didattiche che consentiranno il progressivo raggiungimento degli obiettivi formativi da parte dello studente; la didattica frontale si completa per ogni insegnamento con esercitazioni di laboratorio e di campo. La verifica dell’acquisizione delle conoscenze e delle capacità di comprensione sopraelencate avverrà tramite il superamento delle prove intermedie e degli esami finali degli insegnamenti caratterizzanti curricolari e di quelli opzionali scelti dagli studenti.

Il laureato in Sistemi forestali e ambientali è in grado di applicare le conoscenze, acquisite nel corso di laurea, per il monitoraggio, il controllo, la progettazione e la gestione dei sistemi forestali ed ambientali. Le abilità acquisite gli consentono di utilizzare tecniche e metodi appropriati per la risoluzione dei problemi complessi legati alla gestione forestale e ambientale. Queste competenze si traducono:

  • nella capacità di comprendere le relazioni tra struttura-funzione dei sistemi biologici e le interazioni con i fattori ambientali e antropici;
  • nella padronanza delle tecniche analitiche e di monitoraggio dei sistemi forestali e ambientali;
  • nella valutazione e controllo dei processi di degrado del territorio e nel pianificare gli interventi di ripristino di suoli degradati ed erosi;
  • nella capacità di realizzare progetti di gestione sostenibile delle risorse dell’ambiente forestale;
  • nel controllo della sanità delle piante e nell’applicazione della lotta biologica integrata;
  • nel mantenimento della biodiversità naturale;
  • nella progettazione e gestione del verde urbano e periurbano;
  • nella pianificazione paesaggistica e valutazione economica di impatto ambientale;
  • nella progettazione e gestione di interventi di prevenzione e lotta agli incendi boschivi e nella capacità di governance per una corretta realizzazione e certificazione di sistemi forestali e ambientali.

Le abilità del laureato magistrale consentono, inoltre, di interpretare la storia naturale nei caratteri del paesaggio e di migliorare la qualità della vita dell’uomo indissolubilmente legata a quella dell’ambiente. Modalità di acquisizione e strumenti didattici: corsi strutturati in unità didattiche frontali ed esercitazioni di laboratorio e di campo con verifiche in itinere sul livello di conoscenza e comprensione raggiunto. La verifica dell’apprendimento sarà compiuta con la valutazione della partecipazione attiva degli studenti alle esercitazioni pratiche e di laboratorio, mentre le acquisizioni teoriche saranno verificate con prove intermedie scritte (test a risposta multipla o aperta) o orali e con esami finali. La verifica dell’apprendimento sarà compiuta con la valutazione della partecipazione attiva degli studenti alle esercitazioni pratiche e di laboratorio. Sono previste verifiche in itinere per le acquisizioni teoriche per mezzo di prove intermedie scritte (test a risposta multipla o aperta) o orali e con esami finali. Possono essere svolte anche attività di stage presso Enti pubblici o strutture private per l’acquisizione di ulteriori conoscenze professionali. Le conoscenze acquisite verranno ulteriormente verificate con la redazione dell’elaborato finale.

La realizzazione degli obiettivi formativi sarà verificata sia attraverso esami teorici, sia mediante la realizzazione di elaborati progettuali. Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate tramite le seguenti attività formative:

  • Pianificazione del paesaggio rurale;
  • Tecniche di valutazione del territorio;
  • Valutazione economica di impatto ambientale;
  • Geologia ambientale;
  • Meccanizzazione forestale;
  • Monitoraggio e salvaguardia dello stato sanitario dei sistemi forestali (Entomologia forestale e analisi fitopatologica).

Skills specifiche

La protezione e la conservazione delle aree forestali e montane è incentivata dalla possibilità di ottenere da parte delle popolazioni residenti un reddito soddisfacente. Il curriculum in Produzioni sostenibili è finalizzato alla formazione di un dottore magistrale in grado progettare e gestire incrementi della produttività primaria e secondaria delle aree forestali, montane e marginali agli usi agricoli che siano compatibili sia con il controllo dei processi di degrado, sia con la conservazione della biodiversità animale e vegetale. Oltre alle informazioni relative alla produzione delle masse legnose, obiettivo delle produzioni principali, lo studente acquisirà conoscenze sulle produzioni secondarie quali funghi eduli e tartufi, Apicoltura, piante officinali, specie arboree di interesse fruttiicolo, che stanno recentemente assumendo una maggiore importanza economica per le popolazioni locali. Saranno inoltre acquisite informazioni sulla progettazione e controllo di vivai forestali, necessari per la conservazione della biodiversità di specie e varietà locali di interesse forestale.

Nell’ambito delle lezioni teoriche e delle esercitazioni pratiche lo studente verrà stimolato ad una partecipazione attiva anche mediante la proposta di argomenti di discussione relativi alle tematiche che sono affrontate nelle ricerche delle tesi di laurea. Lo studente sarà in grado di acquisire oltre ai metodi fondamentali dell’indagine scientifica la capacità progettare, gestire e divulgare interventi e processi per la produzione, raccolta, trasformazione di prodotti principali e secondari degli forestali e montani.

La realizzazione degli obiettivi formativi sarà verificata sia attraverso esami teorici, sia mediante la realizzazione di elaborati progettuali.

  • Tecniche vivaistiche;
  • Arboricoltura da legno e da massa;
  • Produzioni forestali minori (Funghi eduli e tartufi; Apicoltura);
  • Piante officinali e Frutticoltura montana (Piante officinali; Frutticoltura montana);
  • Sistemi foraggeri e zootecnici (Sistemi zootecnici e gestione faunistica; Sistemi foraggeri agro-silvo-pastorali.

Il curriculum in Progettazione e Gestione sostenibile è finalizzato alla formazione di un dottore magistrale in grado di progettare e gestire tutti gli interventi connessi ad una conduzione delle attività in ambito forestale e ambientale compatibili con le sue potenzialità produttività al fine di ridurre eventuali processi di degrado ambientale. Il laureato amplierà le proprie conoscenze sui rapporti tra l’ambiente e gli aspetti fisiologici delle specie di interesse forestale, sulle metodologie di gestione e delle aree forestali, sulla progettazione delle aree verdi sia in ambito urbano che extraurbano, sulle metodologie di utilizzo del legno al fine del riconoscimento dei diversi possibili usi, sulle possibilità di un utilizzo silvo-pastorali dei territori marginali e montani.

Nell’ambito delle lezioni teoriche e delle esercitazioni pratiche lo studente verrà stimolato ad una partecipazione attiva anche mediante la proposta di argomenti di discussione relativi alle tematiche che sono affrontate nelle ricerche delle tesi di laurea. Lo studente sarà in grado di acquisire oltre ai metodi fondamentali dell’indagine scientifica una propria autonomia di giudizio e la capacità di operare nella complessità degli ambienti forestali e montani nell’ottica di una loro conservazione e protezione.

La realizzazione degli obiettivi formativi sarà verificata sia attraverso esami teorici, sia mediante la realizzazione di elaborati progettuali:

  • Ecofisiologia dei sistemi arborei;
  • Assestamento forestale (dall’a.a. 2018 – 2019);
  • Tecnologia del legno e utilizzazioni forestali;
  • Progettazione e gestione del verde urbano e periurbano;
  • Sistemi foraggeri e zootecnici (Sistemi zootecnici e gestione faunistica; Sistemi foraggeri agro-silvo-pastorali.

Il curriculum in Protezione Civile è finalizzato alla formazione di un dottore magistrale in grado di prevenire i grandi rischi ambientali sia naturali che di origine antropica in ambito extraurbano. Il laureato acquisirà conoscenze relative alle principali cause di rischio connesse ad eventi meteo di eccezionale intensità e durata, sulla prevenzione e il controllo degli incendi boschivi, sulla valutazione e gestione di rischi ambientali connessi agli inquinamenti chimici e microbiologici del suolo e delle acque per usi civili. Acquisirà conoscenze sui primi interventi di protezione e messa in sicurezza delle popolazioni, sulla realizzazioni di reti di trasmissione delle informazioni, sugli interventi immediati di pronto soccorso.

Nell’ambito delle lezioni teoriche e delle esercitazioni pratiche lo studente verrà stimolato ad una partecipazione attiva anche mediante la proposta di argomenti di discussione relativi alle tematiche che sono affrontate nelle ricerche delle tesi di laurea. Lo studente sarà in grado di acquisire oltre ai metodi fondamentali dell’indagine scientifica la capacità di prevenire i principali processi di rischio in ambito extraurbano, di eseguire correttamente i primi interventi di soccorso e protezione della popolazione, di interagire in modo efficace con le strutture regionali e nazionali di protezione civile nelle fasi successive agli eventi.

La realizzazione degli obiettivi formativi sarà verificata sia attraverso esami teorici, sia mediante la realizzazione di elaborati progettuali:

  • Agrometeorologia e analisi e monitoraggio del cambiamento climatico;
  • Prevenzione e controllo degli incendi boschivi;
  • Tecniche di protezione civile;
  • Sistemi telecomunicazioni per la protezione civile;
  • Gestione e valutazione del rischio ambientale (Gestione del rischio chimico e biologico; Valutazione del rischio idrogeologico);
  • Tecniche di sicurezza e pronto soccorso;
  • Logistica di protezione civile.

Profilo e sbocchi occupazionali e/o professionali

Rientrano fra le professionalità del laureato in Sistemi forestali ambientali:

  • il rilevamento, classificazione, analisi, ripristino e conservazione di componenti abiotiche e biotiche di ecosistemi naturali;
  • la programmazione e la gestione del territorio rurale, con particolare riferimento all’analisi e monitoraggio dell’ambiente montano e degli ecosistemi forestali;
  • la progettazione e gestione di parchi e giardini e pianificazione ecologica e territoriale;
  • la progettazione e gestione di lavori di miglioramento, ricostituzione e restauro ecologico di ambienti degradati;
  • la progettazione e gestione di interventi di prevenzione e lotta agli incendi;
  • la valutazione di impatto ambientale in aree forestali e montane;
  • l’analisi, il monitoraggio e la certificazione di processi e sistemi forestali e ambientali ai fini del miglioramento della qualità della vita;
  • la progettazione e gestione degli interventi selvi-colturali e di rimboschimento;
  • la progettazione e gestione di impianti per la produzione e trasformazione del legno;
  • la progettazione e gestione di sistemi produttivi integrati agro-silvo-pastorali;
  • la consulenza, l’assistenza tecnica e la divulgazione nel campo forestale e ambientale.

Il laureato magistrale in Scienze Forestali e Ambientali acquisisce nel corso di studio conoscenze e competenze relative alla gestione compatibile del territorio forestale e montano nelle sue componenti biotiche e abiotiche. La sua funzione professionale è pertanto quella di svolgere, anche in sinergia con altre figure professionali, un ruolo attivo nella gestione e coordinazione delle attività delle aziende forestali e di collaborare e coordinare alla progettazione e gestione di interventi nel territorio a livello di area vasta.

Il profilo professionale del laureato magistrale rientra in quello previsto per la professione dell’agronomo e del forestale, regolamentata dal D.P.R. 328 del 05/06/2001 e successive modificazioni. Può pertanto svolgere la propria attività nei settori delle attività forestali e ambientali sia nell’ambito della libera professione e dei servizi, sia in quello della pubblica amministrazione e delle istituzioni di ricerca.

Orientamento

L’orientamento in entrata, dedicato agli studenti delle scuole medie superiori, viene principalmente svolto durante le “giornate dell’orientamento” organizzate dall’Ateneo, della durata di un’intera settimana solitamente nel mese di Aprile. Nell’ambito dello stand del Dipartimento viene illustrata l’offerta formativa del Corso di studi e proposti seminari scientifico-divulgativi atti a mostrare i diversi ambiti di studio e di ricerca sviluppati. Il Dipartimento partecipa anche ai saloni dello studente organizzato dall’Università di Cagliari, dalle Camere di Commercio e dal Consorzio Uno di Oristano e dal Consorzio per la promozione studi universitari della Sardegna centrale. L’orientamento in entrata per i corsi magistrali viene effettuato attraverso azioni di informazione e sensibiliazzazione rivolti agli studenti dei corsi triennali del Dipartimento di Agraria e del DIpartimento di Scienza della natura e del territorio. Il Dipartimento promuove incontri nelle scuole o visite guidate presso la nostra sede. Gli incontri sono rivolti principalmente alle Classi Quinte degli Istituti Superiori della Sardegna, ma sono estesi anche agli studenti delle altre classi, ove vi sia interesse. Gli studenti hanno la possibilità di passare una giornata all’Università, frequentare una lezione con gli studenti universitari, visitare i laboratori, le aule didattiche e le aziende del Dipartimento, mangiare presso la mensa Universitaria. Gli studenti universitari iscritti a corsi triennali che mosrano interesse vengono invitati a visite guidate individuali o di gruppo del Dipartimento, con la possiblità colloqui informativi. Attraverso il sito internet del Dipartimento di Agraria http://agrariaweb.uniss.it e la piattaforma Moodle eAgri vengono condivise le informazioni e gli aggiornamenti relativi a lezioni, esami, seminari/convegni, possibilità di tirocinio/lavoro. Per la divulgazione e condivisione delle informazioni viene anche molto utilizzato dagli studenti e dai docenti il social network Facebook.

L’ottimale rapporto tra studenti e docenti fa sì che il servizio di orientamento e di tutorato in itinere sia principalmente svolto da questi ultimi, dal Presidente del Corso di Studi, dal Presidente della Commissione didattica e dal referente didattico che rappresenta il collegamento fra gli studenti, i docenti, la struttura amministrativa universitaria e la segreteria studenti. In particolare il servizio si propone di:

  • fornire agli studenti informazioni sul Corso di Studio (organizzazione, programmi, sistema dei crediti, formulazioni dei piani di studio individuali, corsi opzionali e relativi crediti, sbocchi occupazionali) e sui servizi didattici offerti dal Dipartimento e dall’Ateneo;
  • collaborare con il Presidente del Corso per la diffusione delle informazioni riguardanti l’offerta formativa e le altre pratiche di gestione del Corso;
  • organizzare le attività di orientamento in ingresso e in uscita, il tutorato, i servizi di contesto (attività di supporto e recupero tenute da docenti o tutor, tirocini e stage, visite guidate, viaggi di studio, mobilità studentesca), in collaborazione con il Presidente del Corso di Laurea per assicurare il raccordo con le Aziende e le Istituzioni del territorio;
  • fornire supporto per il monitoraggio dell’erogazione dell’offerta didattica e dei servizi formativi e contribuire alle relative attività di valutazione.
  • offrire indicazioni precise sulla carriera dello studente, su corsi opzionali e relativi crediti e su attività didattiche ed extra-didattiche.

Periodicamente il Dipartimento organizza e promuove convegni e incontri con rappresentanti del mondo del lavoro, le associazioni di categoria, le aziende, gli esperti che operano nei settori produttivi attinenti ai Corsi di studi. Oltre al tirocinio formativo obbligatorio, attraverso il quale tutti gli studenti vivono una prima esperienza lavorativa, il Corso di studi riconosce agli studenti ulteriori crediti formativi per esperienze lavorative in aziende esterne o enti pubblici, convenzionati con il Dipartimento stesso.

Prova finale

La laurea magistrale in Sistemi forestali e ambientali si consegue con il superamento di una prova finale, consistente nella presentazione e discussione della tesi di laurea, redatta dallo studente sotto la guida di un docente relatore, davanti ad una commissione di docenti. La tesi di laurea magistrale è un elaborato scritto, strutturato secondo le linee di una pubblicazione scientifica, preparato dallo studente sotto la supervisione di un relatore e concernente un’esperienza scientifica originale, attinente il corso di laurea in Sistemi forestali e ambientali e riguardante un argomento caratterizzante del corso di studi. La valutazione della prova finale seguirà i criteri stabiliti dal regolamento didattico di Dipartimento.

Tirocini

Tutti i Corsi di Laurea del Dipartimento prevedono un Tirocinio pratico-applicativo obbligatorio da svolgersi presso aziende private o Enti pubblici. Il Tirocinio è da considerare d’importanza fondamentale nella preparazione teorico-pratica per i singoli profili professionali dei diversi corsi di laurea. E’ organizzato in maniera da garantire un’effettiva interdisciplinarietà, un avvicinamento concreto alla realtà e alla pratica aziendali e un approccio ai problemi di tipo professionale. Il processo di attivazione del tirocinio prevede delle fasi essenziali che sono: l’identificazione dell’azienda ospitante e l’eventuale stipula della convenzione con il Dipartimento di Agraria di Sassari; l’accordo di supervisione con il docente tutor; la definizione del tema del tirocinio; l’inoltro e l’approvazione della richiesta di tirocinio alla commissione di tirocinio del Corso di studi; lo svolgimento e il monitoraggio del tirocinio stesso attraverso la registrazione nel diario dedicato di tutte le attività svolte; la convalida dell’esperienza svolta ad opera della commissione di tirocinio.

Mobilità internazionale

L’Ateneo di Sassari, tramite accordi bilaterali stipulati con università straniere, offre la possibilità di svolgere un periodo di studio o di tirocinio all’estero. Gli studenti in mobilità ospitati presso le istituzioni partner possono seguire corsi, sostenere esami, effettuare un tirocinio o ricercare materiale didattico per la tesi di laurea. I programmi di mobilità, che possono durare dai 3 ai 12 mesi, danno l’opportunità di vivere un’esperienza di studio all’estero, approfondire la conoscenza delle lingue straniere e confrontarsi con culture e realtà universitarie differenti. Presso il Dipartimento è presente un Comitato per l’internazionalizzazione (composto da docenti, studenti e dal referente didattico) che si occupa di promuovere i tutti i programmi di mobilità (Erasmus, Ulisse, ecc…), di assistere gli studenti nella scelta della sede e nella presentazione della candidatura, di valutare l’esperienza svolta dallo studente all’estero attraverso il riconoscimento di crediti formativi universitari. Eventuali altre iniziative:

  • Presso la sede di Nuoro è attiva l’associazione universitaria studenti forestali (AUSF), che attraverso la partecipazione ai vari bandi universitari realizza iniziative culturali e di svago, in sede e all’estero in favore della socializzazione fra gli studenti di Agraria e di altri Dipartimenti.

Molti insegnamenti attivi nel Corso di studi prevedono visite didattiche e viaggi d’istruzione in strutture ed aziende operanti nel settore d’interesse, dislocate nel territorio.

Referenti del Corso di Laurea

  • MADRAU Salvatore
  • DE MONTIS Andrea
  • LENTINI Andrea
  • GUTIERREZ Michele Mario
  • BATTACONE Gianni
  • GAMBELLA Filippo
  • BARRA Mario
  • DE MONTIS Andrea
  • MADRAU Salvatore
UniNuoro - Roberto Scotti

“La Nuoro Forestry School vuole essere un tentativo di fare degli studi forestali a Nuoro qualcosa di veramente importante e di interesse e impatto internazionale”.

Roberto Scotti, Docente e Direttore della Nuoro Forestry School

UniNuoro - studenti testimonials

“La gestione sostenibile delle foreste sarà il nostro futuro”.

Ilaria, 25 anni

UniNuoro - studenti testimonials

“Studiare e capire il bosco per rispondere alle sue esigenze”.

Salvatore, 27 anni

Contattaci per informazioni sul Corso di Laurea

CONTATTACI