Corso di Laurea Triennale in Scienze dei Servizi Giuridici

APERTE LE ISCRIZIONI ALL’ANNO ACCADEMICO 2017-18

Scopri come immatricolarti

Presentazione del Corso di Laurea

Per accedere al Corso di Laurea in Scienze dei servizi giuridici è necessario essere in possesso del titolo di scuola media superiore. Non è prevista dalla legge alcuna limitazione numerica delle iscrizioni. All’inizio dell’anno accademico tutti gli iscritti devono sostenere un test di ingresso, su nozioni di cultura generale, che consiste in una prova non selettiva di accesso volta a verificare il grado di preparazione degli studenti. Si consegue il titolo di Dottore in Scienze dei servizi giuridici in 3 anni:

  • sostenendo 20 esami;
  • acquisendo 180 CFU;
  • Gli obiettivi della Laurea Triennale sono:
  • fornire la conoscenza del “metodo” giuridico;
  • fornire una preparazione adeguata alla formazione di un giurista capace di interpretare ed applicare la normativa vigente;
  • sviluppare le conoscenze giuridiche con una prospettiva internazionale attraverso la promozione della mobilità degli studenti con periodi di studio in università straniere.

Il corso è strutturato in un biennio comune e il terzo anno a scelta tra tre indirizzi:

  • “Servizi giuridici per l’amministrazione”
  • “Servizi giuridici per l’ambiente e il patrimonio culturale”
  • “Giurista d’impresa”

Il terzo curriculum, in offerta dall’A.A. 2017/18, è scaturito dalla proposta delle parti sociali negli incontri dell’A.A. 2015/16 e approvato dagli stakeholder a dicembre 2016.

La laurea in Scienze dei servizi giuridici offre una formazione giuridica di base atta a consentire l’accesso ad attività professionali e di consulenza da svolgersi presso enti pubblici e privati, nelle amministrazioni e imprese. Al fine di raggiungere questi obiettivi, i laureati del corso saranno dotati di una griglia di competenze nei settori fondamentali per la preparazione giuridica, con specifico riferimento alle materie dell’ambito storico-filosofico, privatistico, pubblicistico, commercialistico, amministrativistico, economico, aziendale, processualistico, penalistico e internazionalistico. Alla conclusione del percorso i laureati dovranno essere in grado di reperire le fonti normative, nazionali e internazionali, saperle interpretare ed applicare nei rispettivi ambiti operativi, rendendo la loro formazione idonea a consentire lo svolgimento delle seguenti professioni: operatore giudiziario, operatore giuridico dell’amministrazione, giurista d’impresa, consulente del lavoro ecc., sbocchi occupazionali in tutti quei settori pubblici e privati in cui tali competenze sono richieste. Tale formazione potrà essere approfondita e migliorata con la frequenza a master e corsi di perfezionamento. Dal momento che lo studio è ovviamente di tipo essenzialmente teorico, sono state stipulate una serie di convenzioni con uffici giudiziari, con amministrazioni comunali e regionali, con uffici pubblici e con alcuni studi professionali, per lo svolgimento di tirocini formativi al fine di offrire agli studenti la possibilità di una formazione anche pratica e altrettanto vale per la previsione di laboratori giuridici.

Insegnamenti dei Curricula del Corso di Laurea in Scienze dei Servizi Giuridici

Anno di corso: 1 (A.A. 2017/2018)

  • DIRITTO COSTITUZIONALE – 9 CFU – Base – Obbligatoria
  • DIRITTO PRIVATO – 12 CFU – Base – Obbligatoria
  • DIRITTO PRIVATO ROMANO – 6 CFU – Base – Opzionale
  • DIRITTO PUBBLICO ROMANO – 6 CFU – Base – Opzionale
  • ECONOMIA AZIENDALE – 6 CFU – Caratterizzante – Opzionale
  • ECONOMIA POLITICA / ECONOMICS – 6 CFU – Caratterizzante – Opzionale
  • INFORMATICA – 6 CFU – Obbligatoria
  • LINGUA FRANCESE – 6 CFU – Lingua/Prova Finale – Opzionale
  • LINGUA INGLESE – 6 CFU – Lingua/Prova Finale – Opzionale
  • LINGUA SPAGNOLA – 6 CFU – Lingua/Prova Finale – Opzionale
  • LINGUA TEDESCA – 6 CFU – Lingua/Prova Finale – Opzionale
  • STORIA DELLE CODIFICAZIONI MODERNE – 6 CFU – Base – Obbligatoria
  • TEORIA GENERALE DEL DIRITTO – 9 CFU – Base – Obbligatoria

Anno di corso: 2 (A.A. 2018/2019)

  • DIRITTO AGRARIO E ALIMENTARE – 9 CFU
  • DIRITTO AMMINISTRATIVO – 12 CFU – Caratterizzante – Obbligatoria
  • DIRITTO COMMERCIALE – 9 CFU – Caratterizzante – Obbligatoria
  • DIRITTO COMPARATO – 9 CFU – Opzionale
  • DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE – 9 CFU – Obbligatoria
  • DIRITTO DELLA NAVIGAZIONE E DEI TRASPORTI – 9 CFU – Caratterizzante
  • DIRITTO DELLA NAVIGAZIONE E DEI TRASPORTI – 9 CFU – Caratterizzante – Opzionale
  • DIRITTO INTERNAZIONALE E DELL’UNIONE EUROPEA – 9 CFU – Caratterizzante – Opzionale
  • ISTITUZIONI DI DIRITTO E PROCEDURA PENALE – 9 CFU – Obbligatoria
  • ISTITUZIONI DI DIRITTO PROCESSUALE CIVILE E DELL’ARBITRATO – 9 CFU – Affine/Integrativa – Obbligatoria

Anno di corso: 3 (A.A. 2019/2020)

  • ATTIVITA’ A SCELTA – 12 CFU – A scelta dello studente – Obbligatoria
  • CONTABILITA’ DELLO STATO E DEGLI ENTI PUBBLICI – 9 CFU – Affine/Integrativa – Obbligatoria
  • CONTABILITA’ DELLO STATO E DEGLI ENTI PUBBLICI – 9 CFU – Affine/Integrativa – Obbligatoria
  • DIRITTO COSTITUZIONALE DELLE AUTONOMIE TERRITORIALI – 9 CFU – Affine/Integrativa – Obbligatoria
  • DIRITTO TRIBUTARIO – 9 CFU – Caratterizzante – Obbligatoria
  • PROVA FINALE – 3 CFU – Lingua/Prova Finale – Obbligatoria
  • SCIENZA DELL’AMMINISTRAZIONE – 6 CFU – Affine/Integrativa – Obbligatoria
  • ULTERIORI ATTIVITA’ FORMATIVE – 6 CFU – Altro – Obbligatoria

Anno di corso: 1 (A.A. 2017/2018)

  • DIRITTO COSTITUZIONALE – 9 CFU – Base – Obbligatoria
  • DIRITTO PRIVATO – 12 CFU – Base – Obbligatoria
  • DIRITTO PRIVATO ROMANO – 6 CFU – Base – Opzionale
  • DIRITTO PUBBLICO ROMANO – 6 CFU – Base – Opzionale
  • ECONOMIA AZIENDALE – 6 CFU – Caratterizzante – Opzionale
  • ECONOMIA POLITICA / ECONOMICS – 6 CFU – Caratterizzante – Opzionale
  • INFORMATICA – 6 CFU – Obbligatoria
  • LINGUA FRANCESE – 6 CFU – Lingua/Prova Finale – Opzionale
  • LINGUA INGLESE – 6 CFU – Lingua/Prova Finale – Opzionale
  • LINGUA SPAGNOLA – 6 CFU – Lingua/Prova Finale – Opzionale
  • LINGUA TEDESCA – 6 CFU – Lingua/Prova Finale – Opzionale
  • STORIA DELLE CODIFICAZIONI MODERNE – 6 CFU – Base – Obbligatoria
  • TEORIA GENERALE DEL DIRITTO – 9 CFU – Base – Obbligatoria

Anno di corso: 2 (A.A. 2018/2019)

  • DIRITTO AGRARIO E ALIMENTARE – 9 CFU
  • DIRITTO AMMINISTRATIVO – 12 CFU – Caratterizzante – Obbligatoria
  • DIRITTO COMMERCIALE – 9 CFU – Caratterizzante – Obbligatoria
  • DIRITTO COMPARATO – 9 CFU – Opzionale
  • DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE – 9 CFU – Obbligatoria
  • DIRITTO DELLA NAVIGAZIONE E DEI TRASPORTI – 9 CFU – Caratterizzante – Opzionale
  • DIRITTO DELLA NAVIGAZIONE E DEI TRASPORTI – 9 CFU – Caratterizzante
  • DIRITTO INTERNAZIONALE E DELL’UNIONE EUROPEA – 9 CFU – Caratterizzante – Opzionale
  • ISTITUZIONI DI DIRITTO E PROCEDURA PENALE – 9 CFU – Obbligatoria
  • ISTITUZIONI DI DIRITTO PROCESSUALE CIVILE E DELL’ARBITRATO – 9 CFU – Affine/Integrativa – Obbligatoria

Anno di corso: 3 (A.A. 2019/2020)

  • ATTIVITA’ A SCELTA – 12 CFU – A scelta dello studente – Obbligatoria
  • CONTRATTI, PROGETTI E FINANZIAMENTI EUROPEI – 9 CFU – Affine/Integrativa – Opzionale
  • CONTRATTI, PROGETTI E FINANZIAMENTI EUROPEI – 9 CFU – Affine/Integrativa – Opzionale
  • DIRITTO BANCARIO E DELLE ASSICURAZIONI – 9 CFU – Affine/Integrativa – Obbligatoria
  • DIRITTO BANCARIO E DELLE ASSICURAZIONI – 9 CFU – Affine/Integrativa – Obbligatoria
  • DIRITTO DELL’ECONOMIA E DEI CONSUMI – 9 CFU – Affine/Integrativa – Opzionale
  • DIRITTO DELL’ECONOMIA E DEI CONSUMI – 9 CFU – Affine/Integrativa – Opzionale
  • DIRITTO FALLIMENTARE – 6 CFU – Affine/Integrativa – Obbligatoria
  • DIRITTO TRIBUTARIO – 9 CFU – Caratterizzante – Obbligatoria
  • PROVA FINALE – 3 CFU – Lingua/Prova Finale – Obbligatoria
  • ULTERIORI ATTIVITA’ FORMATIVE – 6 CFU – Altro – Obbligatoria

Anno di corso: 1 (A.A. 2017/2018)

  • DIRITTO COSTITUZIONALE – 9 CFU – Base – Obbligatoria
  • DIRITTO PRIVATO – 12 CFU – Base – Obbligatoria
  • DIRITTO PRIVATO ROMANO – 6 CFU – Base – Opzionale
  • DIRITTO PUBBLICO ROMANO – 6 CFU – Base – Opzionale
  • ECONOMIA AZIENDALE – 6 CFU – Caratterizzante – Opzionale
  • ECONOMIA POLITICA / ECONOMICS – 6 CFU – Caratterizzante – Opzionale
  • INFORMATICA – 6 CFU – Obbligatoria
  • LINGUA FRANCESE – 6 CFU – Lingua/Prova Finale – Opzionale
  • LINGUA INGLESE – 6 CFU – Lingua/Prova Finale – Opzionale
  • LINGUA SPAGNOLA – 6 CFU – Lingua/Prova Finale – Opzionale
  • LINGUA TEDESCA – 6 CFU – Lingua/Prova Finale – Opzionale
  • STORIA DELLE CODIFICAZIONI MODERNE – 6 CFU – Base – Obbligatoria
  • TEORIA GENERALE DEL DIRITTO – 9 CFU – Base – Obbligatoria

Anno di corso: 2 (A.A. 2018/2019)

  • DIRITTO AGRARIO E ALIMENTARE – 9 CFU
  • DIRITTO AMMINISTRATIVO – 12 CFU – Caratterizzante – Obbligatoria
  • DIRITTO COMMERCIALE – 9 CFU – Caratterizzante – Obbligatoria
  • DIRITTO COMPARATO – 9 CFU – Opzionale
  • DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE – 9 CFU – Obbligatoria
  • DIRITTO DELLA NAVIGAZIONE E DEI TRASPORTI – 9 CFU – Caratterizzante – Opzionale
  • DIRITTO DELLA NAVIGAZIONE E DEI TRASPORTI – 9 CFU – Caratterizzante
  • DIRITTO INTERNAZIONALE E DELL’UNIONE EUROPEA – 9 CFU – Caratterizzante – Opzionale
  • ISTITUZIONI DI DIRITTO E PROCEDURA PENALE – 9 CFU – Obbligatoria
  • ISTITUZIONI DI DIRITTO PROCESSUALE CIVILE E DELL’ARBITRATO – 9 CFU – Affine/Integrativa – Obbligatoria

Anno di corso: 3 (A.A. 2019/2020)

  • ATTIVITA’ A SCELTA – 12 CFU – A scelta dello studente – Obbligatoria
  • DIRITTO COSTITUZIONALE DELL’AMBIENTE E DEL PAESAGGIO – 9 CFU – Affine/Integrativa – Obbligatoria
  • DIRITTO DEI BENI E DELLE ATTIVITA’ CULTURALI – 9 CFU – Affine/Integrativa – Obbligatoria
  • DIRITTO DEL TURISMO – 6 CFU – Affine/Integrativa – Obbligatoria
  • DIRITTO TRIBUTARIO – 9 CFU – Caratterizzante – Obbligatoria
  • PROVA FINALE – 3 CFU – Lingua/Prova Finale – Obbligatoria
  • ULTERIORI ATTIVITA’ FORMATIVE – 6 CFU – Altro – Obbligatoria

OBIETTIVI FORMATIVI

Gli obiettivi del Corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici sono i seguenti:

  1. dotare i laureati di una griglia di competenze nei settori fondamentali per la preparazione giuridica, con specifico riferimento alle materie degli ambiti storico-filosofici, privatistico, pubblicistico, commercialistico, amministrativistico, economico, aziendale, processualistico, penalistico e internazionalistico, al fine di garantire una adeguata base di conoscenze per il lavoro che svolgeranno e la possibilità di approfondire e migliorare tali competenze con la frequenza a master e corsi di perfezionamento; tra le competenze da acquisire, i laureati dovranno essere in grado di reperire le fonti normative, nazionali e internazionali, saperle interpretare ed applicare nei rispettivi ambiti operativi.
  2. fornire competenze tecniche per migliorare la qualificazione professionale dei laureati, rendendola più adeguata al dinamismo del mercato del lavoro. I laureati dovranno acquisire conoscenze e competenze necessarie per la gestione e consulenza giuridica alle imprese, per l’organizzazione pubblica e privata del lavoro, per risolvere problemi di gestione aziendale e di gestione dei conflitti in ambito lavorativo, civile e commerciale.

Al fine di raggiungere gli obiettivi indicati, il percorso formativo è così articolato:

  • nel primo anno il corso di laurea prevede lo studio degli istituti di diritto privato e del diritto costituzionale, dell’economia politica e aziendale, della lingua straniera e l’acquisizione delle competenze logiche e critiche fornite dalla storia e dalla filosofia del diritto.
  • Nel secondo anno è previsto lo studio delle materie afferenti alla vita giuridica dell’impresa, consentendo allo studente di acquisire conoscenze nell’ambito del diritto del lavoro, amministrativo e commerciale. Assume rilievo il settore navigazionistico per particolare interesse nella realtà regionale. A completamento della formazione nell’ambito giurisprudenziale” è previsto lo studio delle discipline penalistiche ed internazionalistiche, a cui si aggiunge l’analisi delle materie processualistiche.
  • Nel terzo anno si prevede lo studio del Diritto tributario, presente nei tre indirizzi, delle discipline del settore amministrativistico, l’approfondimento del settore costituzionalistico, specificatamente per ciò che concerne le autonomie territoriali. Medesima attenzione ai profili occupazionali e formativi è posta nel settore dei beni culturali, nella prospettiva di formare giuristi che sappiano accompagnare il rispetto della normativa con lo sviluppo economico. Un ruolo di rilievo è rivestito dai settori del diritto bancario e assicurativo e del diritto fallimentare nonché della tutela del consumatore e della normativa europea di finanziamento,, funzionali allo svolgimento dell’attività consulenziale, che rendono più congruente l’offerta al profilo della classe.

Skills

Il laureato in Scienze dei servizi giuridici deve dimostrare:

  • completa conoscenza e capacità di comprensione dei settori giuridici fondamentali;
  • conoscenza di base delle discipline economiche, con particolare riguardo al funzionamento della P.A. e delle imprese;
  • capacità di comprendere finalità e contesti delle politiche comunitarie e nazionali in materia di impresa pubblica e privata.

Il Corso di laurea trasmette le conoscenze necessarie attraverso lezioni, esercitazioni, conferenze, seminari e colloqui individuali. Tali conoscenze saranno verificate, in itinere, con prove intermedie, anche in forma di test, durante lo svolgimento delle attività didattiche, e, alla fine dei corsi di lezione, con le prove finali di esame in forma scritta e/o orale.

Il laureato in Scienze dei servizi giuridici ha:

  • la capacità di reperire, anche tramite la consultazione di banche dati, le fonti normative nazionali e comunitarie;
  • la capacità di comprendere e utilizzare la giurisprudenza;
  • la capacità di applicare e di interpretare le norme giuridico-commerciali relative all’impresa e al lavoro;
  • la capacità di risolvere problemi di natura legale e di natura organizzativa legati alla gestione dell’impresa.

Le modalità e gli strumenti didattici con cui i risultati di apprendimento attesi vengono conseguiti sono lezioni, esercitazioni, conferenze, seminari e colloqui individuali, in particolare con il relatore nel corso dell’elaborazione della tesi di laurea. Particolare rilievo viene infine assegnato ai tirocini svolti dallo studente come strumenti particolarmente efficaci per la applicazione delle conoscenze in oggetto. Gli strumenti didattici con cui i risultati attesi vengono verificati sono:

  • svolgimento di esercitazioni su casi giurisprudenziali;
  • prove intermedie e esami finali nei singoli corsi;
  • esito dei tirocini certificato dagli enti ospitanti.

Profilo e sbocchi occupazionali e/o professionali

Le funzioni che il laureato andrà a svolgere riguarderanno lo svolgimento di processi organizzativi e decisionali pubblici. Ciò sia nella prospettiva interna alle pubbliche amministrazioni (competenze /mansioni nelle diverse fasi dei procedimenti amministrativi volte all’adozione dei provvedimenti; implementazione e attuazione di moduli organizzativi; esercizio di compiti di supporto alla misurazione delle performance organizzative e dei processi decisionali pubblici, ecc.), sia in quella interna agli enti privati che entrano in relazione con amministrazioni pubbliche (partecipazione ai procedimenti amministrativi; compiti di supporto e gestione nelle procedure di appalto e, in generale, in quelle concorsuali e di selezione indette da amministrazioni pubbliche), anche impiegando le conoscenze e le competenze acquisite nei settori tributario, della contabilità di Stato e degli enti pubblici. I laureati del corso della classe potranno svolgere attività, fino alla qualifica compatibile con la laurea triennale, come impiegati e funzionari nelle istituzioni, nelle pubbliche amministrazioni, nelle imprese private, in enti operanti nel settore sociale, socio-economico e politico.

Le competenze acquisite nel corso degli studi, che permetteranno al laureato di svolgere le funzioni di cui sopra, saranno la formazione giuridica di base e la padronanza di alcuni settori specifici di applicazione normativa (contabilità di Stato e degli enti pubblici, diritto tributario, contrattualistica pubblica) necessari ai fini di svolgere la propria attività lavorativa alle dipendenze degli enti pubblici o di quelli privati che operano nel settore pubblico o in settori presidiati da soggetti pubblici. A conclusione del corso di studio, più specificamente, il laureato acquisisce le competenze idonee a consentirgli lo svolgimento delle seguenti funzioni: organizzativo-gestionali nelle amministrazioni e imprese pubbliche e private, nel terzo settore e nelle attività in cui sia necessaria una specifica preparazione giuridica, di operatore giudiziario, di operatore giuridico dell’amministrazione e dell’impresa, di consulente del lavoro.

Le diverse qualifiche professionali (per le quali è sufficiente la laurea triennale) del settore amministrativo pubblico (statale, regionale e degli enti locali e territoriali), degli enti privati e delle organizzazioni del terzo settore. Si intende dunque formare una figura professionale con competenze di base e (seppur limitatamente a una triennale) specialistiche per le diverse amministrazioni pubbliche e per gli enti che nello svolgimento delle loro attività entrano in relazione con le amministrazioni pubbliche.

Le funzioni che il laureato andrà a svolgere saranno quelle di supporto e orientamento nelle scelte di amministrazione, fornendo elementi di valutazione basati sulle proprie competenze normative, che aiuteranno pertanto nel prendere decisioni legittime dal punto di vista formale (es. rispetto della normativa tributaria e della crisi d’impresa) e opportune sul profilo dei risultati attesi (es. riguardo alla normativa sui finanziamenti interni ed europei, anche in campo culturale). Insomma non solo funzione protettiva nei confronti di rischi legati alla violazione della normativa (anche nei confronti dei consumatori), ma anche in positivo il saper cogliere le opportunità offerte dalle normative di settore. Le competenze saranno poi arricchite sul piano pratico dalla frequenza di un laboratorio di strategia e finanza aziendale o dallo svolgimento di un tirocinio.

Le competenze acquisite nel corso degli studi, che permetteranno al laureato di svolgere le funzioni di cui sopra, saranno la formazione giuridica di base e la padronanza di alcuni settori specifici di applicazione normativa, differenti nei tre indirizzi (in questo terzo dedicato all’impresa, i settori bancario, assicurativo, del consumo e dei finanziamenti, esempi rispettivamente la contabilità di Stato, il diritto dei beni culturali e il diritto bancario e assicurativo) e sufficienti per lo svolgimento di funzioni (in qualifiche non dirigenziali) organizzativo-gestionali nelle imprese pubbliche e private e nel terzo settore. Sono state proprio le esigenze del territorio, evidenziate anche nell’incontro con le parti sociali, a rendere necessario potenziare la figura dell’operatore giuridico d’impresa attraverso un curriculum ad hoc: la formazione negli ambiti disciplinari caratterizzanti il medesimo, infatti, mira a porre le basi per l’inserimento all’interno dello staff aziendale di imprese, private e pubbliche, con una funzione di collaborazione alla redazione della contrattualistica nazionale ed internazionale, e nel fornire supporto per la formulazione di pareri in ordine alla conformità alla legge delle scelte gestionali, anche nella prospettiva di prevenire rischi e sanzioni amministrative e penali. Inoltre, l’approfondimento nel corso di studio di materie concernenti il diritto della navigazione, il diritto dei trasporti e il diritto internazionale ed europeo consente al laureato di trovare collocazione occupazionale nelle imprese di gestione dei servizi e delle infrastrutture, nel settore dei trasporti e della logistica, che svolgono l’attività in Italia e/o all’estero.

Operatori giuridici nelle aziende private e nel settore bancario, assicurativo e finanziario, impiegati anche in imprese pubbliche (aziende autonome, enti economici o società per azioni). Si intende dunque formare una figura professionale con competenze di base e (seppur limitatamente a una triennale) specialistiche per operatori giuridici nelle aziende, nelle assicurazioni e nelle banche o nelle imprese pubbliche.

Le funzioni che il laureato andrà a svolgere saranno attività giuridiche finalizzate allo scopo di valorizzazione e tutela dell’ambiente e del patrimonio culturale, svolte sia da parte di soggetti pubblici istituzionalmente deputati che da soggetti privati che comunque perseguano gli stessi interessi collettivi. I laureati del corso della classe potranno svolgere tali attività, come impiegati e funzionari nel settore pubblico e privato dei beni ambientali e culturali.

Le competenze acquisite nel corso degli studi, che permetteranno al laureato di svolgere le funzioni di cui sopra, saranno la formazione giuridica di base e la padronanza di alcuni settori specifici di applicazione normativa, differenti nei tre indirizzi (qui per esempio il diritto dei beni e delle attività culturali, il diritto dell’ambiente, l’economia della cultura e il diritto del turismo) e sufficienti per lo svolgimento di funzioni nelle amministrazioni pubbliche e private; inoltre tali competenze teoriche saranno arricchite di esperienze pratiche acquisite con lo svolgimento di un tirocinio e/o con la partecipazione a un laboratorio giuridico di economia della cultura.

Le diverse qualifiche professionali (per le quali è sufficiente la laurea triennale) del settore amministrativo pubblico (statale, regionale e degli enti locali) e privato e le organizzazioni del terzo settore; in particolare impieghi in uffici statali dei beni culturali (soprintendenze) e nelle varie autonome articolazioni regionali (assessorati all’ambiente e ai beni culturali) e locali e territoriali, e in strutture private (anche cooperative) dei singoli centri per la valorizzazione a fini turistici (e dunque economici) dei beni culturali. Si intende dunque formare una figura professionale con competenze di base e (seppur limitatamente a una triennale) specialistiche per le diverse amministrazioni pubbliche e private che operano (tra attribuzioni statali e regionali) nel campo dell’ambiente e dei beni culturali.

Orientamento

Sono state poste in essere molteplici azioni di orientamento per il raccordo tra corso di laurea e scuola superiore. In particolare:

  • Nell’ambito della seconda edizione del Progetto UNISCO – progetto pilota di orientamento in ingresso dell’Università di Sassari, in rete con gli Istituti di istruzione secondaria di II grado della provincia di Sassari – è stato realizzato il corso “Introduzione agli Studi Giuridici”, rivolto agli studenti delle classi IV e V delle Scuole medie superiori. Il corso è stato articolato in 4 lezioni, per un totale di 16 ore accademiche. Al termine del corso gli studenti sostengono un esame, il cui superamento attribuisce 2 CFU spendibili durante il successivo percorso formativo da computarsi nelle ulteriori attività a scelta dello studente.
  • Si organizzano incontri di orientamento, sia presso il Dipartimento, sia nelle scuole medie superiori volti a far conoscere agli studenti le caratteristiche e gli obiettivi dei percorsi formativi attivi nel Dipartimento: nel corso degli stessi sono state svolte lezioni su temi giuridici di interesse generale, come l’attualità dei valori della Costituzione e la tutela internazionale dei diritti umani. In tal modo si svolge un servizio che va al di là dell’iscrizione ai nostri corsi, e risulta invece utile a tutti gli studenti, indipendentemente dalla loro scelta futura. Si organizzano anche incontri di orientamento rivolti agli studenti detenuti presso la case circondariali del territorio.
  • In seno al Progetto di Alternanza Scuola – Lavoro vengono ospitati nei laboratori giuridici del Dipartimento studenti e docenti delle scuole superiori.
  • Nell’ambito dell’attività di orientamento d’iniziativa dell’Ateneo e, in particolare, durante la Manifestazione dell’Orientamento (4-7 aprile 2017), – incontro annuale nel quale studenti e docenti delle scuole medie superiori incontrano l’Università di Sassari in tutte le sue articolazioni e ricevono informazioni dettagliate su ogni attività dell’Ateneo – sono previste l’illustrazione, parte dei docenti del corso di laurea, delle caratteristiche e obiettivi dei percorsi formativi attivi nel Dipartimento, e brevi lezioni dimostrative. Parallelamente, vengono fornite, anche da studenti e personale tecnico amministrativo,informazioni, strutturate su più livelli di approfondimento, relative al corso di laurea, ai tirocini, alla possibilità di recarsi all’estero per un periodo di studio o di tirocinio (Programma Erasmus e Programma Ulisse), ai percorsi post laurea e agli sbocchi lavorativi.
  • Nel corso del primo anno di iscrizione al corso di laurea è predisposta una prova orale rivolta alle matricole che non hanno superato o non hanno partecipato alla prova scritta di verifica delle conoscenze di base.

Le attività sviluppate per l’orientamento in itinere sono state create con l’obiettivo di aiutare gli studenti nel superamento delle difficoltà incontrate nell’organizzazione dello studio, degli esami e nella loro gestione emotiva lungo tutto il percorso di studio. Le attività portate avanti riguardano:

  1. Servizio di “tutorato”, affidato ai docenti e rivolto agli studenti iscritti al I anno di corso di laurea. Ogni studente ha un tutor/docente assegnato che lo aiuta e accompagna durante il processo di formazione e apprendimento. Questo servizio viene offerto anche agli studenti del corso di laurea triennale in Scienze dei Servizi giuridici detenuti nella Casa di Reclusione di Tempio Pausania (Nuchis) attraverso periodici incontri di tutorato.
  2. Assistenza continua per informazioni di carattere amministrativo, sui piani di studio e istanze a cura del personale tecnico-amministrativo.

Per quanto riguarda il polo didattico di Nuoro, un ruolo centrale nell’attività di orientamento in itinere è svolto sia dai docenti, sia da personale tecnico amministrativo, che, tramite un ricevimento studenti appositamente dedicato, forniscono agli studenti informazioni e indicazioni su piano di studio, passaggi di corso, abbreviazioni ecc. Ulteriore passaggio sarà l’istituzione di un laboratorio di apprendimento giuridico, volto proprio a illustrare e rendere partecipi gli studenti delle metodologie di studio nel campo del diritto.

L’accompagnamento al lavoro rientra fra le attività di orientamento in uscita ed è indirizzato a coloro che concluso il percorso triennale in Scienze dei servizi giuridici hanno bisogno di aiuto e sostegno per cercare una prima collocazione. Le attività realizzate riguardano:

  • Consulenze volte a favorire l’acquisizione di consapevolezza dei punti di forza, sviluppo delle potenzialità e progettazione dei percorsi di carriera. Nell’ambito delle attività di intermediazione vengono attivati e gestiti i tirocini post lauream.
  • Supporto nella compilazione e valutazione dei curriculum vitae e della lettera di presentazione;
  • incontri di orientamento professionale sia individuali che di gruppo;
  • assistenza nell’elaborazione di un progetto professionale;
  • supporto alle aziende nell’utilizzo dei servizi placement;
  • analisi delle esigenze dell’impresa per la definizione e la scelta dei profili professionali più idonei.
  • Gli obiettivi che ci si prefigge ti raggiungere sono:
  • estendere ed incrementare le reti di collaborazione con gli altri operatori del mercato del lavoro e con gli enti sia pubblici che privati;
  • promuovere l’occupabilità dei giovani laureati, cercando di:
    • fornire informazioni specifiche dirette ai diversi utenti (studenti ed enti/imprese) sui servizi erogati e le opportunità offerte attraverso un’attività sistematica di comunicazione;
    • aumentare la capacità di coinvolgimento di nuovi potenziali utenti (studenti ed enti/imprese) attraverso un’azione diretta di marketing;
    • instaurare rapporti stabili di collaborazione con il territorio;
    • sostenere la personalizzazione dei servizi con misure di miglioramento dell’accoglienza agli studenti e laureati e con seminari di formazione sulle tecniche di ricerca del lavoro;

E’ previsto che l’analisi del sistema dei servizi e valutazione delle prestazioni offerte venga realizzata in maniera regolare. Tali attività vengono gestite dall’Ufficio Job Placement di Ateneo.

Prova finale

La prova finale consiste nella redazione, a cura del candidato, di un elaborato scritto e della relativa discussione orale, sotto la guida di un relatore. La votazione finale viene espressa in 110 con eventuale lode, tenuto conto del curriculum complessivo dello studente.

Tirocini

Il Corso di laurea in Scienze dei Servizi Giuridici promuove e incentiva la mobilità studentesca internazionale attraverso l’orientamento, l’assistenza, il monitoraggio e il supporto informativo e operativo, relativamente ai programmi di mobilità internazionale ai fini di studio e di tirocinio; in particolare sono offerti i seguenti servizi:

  • promozione di tutte le iniziative volte a incentivare la mobilità studentesca internazionale (con particolare riferimento al programma europeo Erasmus Plus, al programma di ateneo Ulisse e relativi bandi), tramite pubblicità sul sito internet, e sulla piattaforma e-learning dedicata, comunicazioni personalizzate via e-mail, incontri informativi;
  • informazioni circa le modalità di partecipazione ai bandi di selezione e sulle sedi disponibili;
  • assistenza nella scelta della sede in cui svolgere il periodo di formazione all’estero, nella preparazione del programma di studi/tirocinio da svolgere all’estero, nella compilazione della modulistica, nelle relazioni con le sedi ospitanti;
  • monitoraggio delle esperienze di formazione all’estero e assistenza in caso di difficoltà in itinere;
  • informazioni circa le procedure e gli adempimenti burocratici da seguire prima, durante e dopo la partenza all’estero.
  • accoglienza e supporto logistico e didattico per gli studenti stranieri.

I servizi sono erogati quotidianamente presso un ufficio e uno sportello dedicati e gestiti, sotto il profilo amministrativo, da un’unità di personale tecnico-amministrativo, coadiuvato da studenti tutor, sotto la supervisione di un docente delegato per le relazioni internazionali e la mobilità studentesca.

Mobilità internazionale

Assistenza e accordi per la mobilità internazionale degli studenti:

  • Il Corso di laurea in Scienze dei Servizi Giuridici promuove e incentiva la mobilità studentesca internazionale attraverso l’orientamento, l’assistenza, il monitoraggio e il supporto informativo e operativo, relativamente ai programmi di mobilità internazionale ai fini di studio e di tirocinio;

in particolare sono offerti i seguenti servizi:

  • promozione di tutte le iniziative volte a incentivare la mobilità studentesca internazionale (con particolare riferimento al programma europeo Erasmus Plus, al programma di ateneo Ulisse e relativi bandi), tramite pubblicità sul sito internet, e sulla piattaforma e-learning dedicata, comunicazioni personalizzate via e-mail, incontri informativi;
  • informazioni circa le modalità di partecipazione ai bandi di selezione e sulle sedi disponibili;
  • assistenza nella scelta della sede in cui svolgere il periodo di formazione all’estero, nella preparazione del programma di studi/tirocinio da svolgere all’estero, nella compilazione della modulistica, nelle relazioni con le sedi ospitanti;
  • monitoraggio delle esperienze di formazione all’estero e assistenza in caso di difficoltà in itinere;
  • informazioni circa le procedure e gli adempimenti burocratici da seguire prima, durante e dopo la partenza all’estero.
  • accoglienza e supporto logistico e didattico per gli studenti stranieri.

I servizi sono erogati quotidianamente presso un ufficio e uno sportello dedicati e gestiti, sotto il profilo amministrativo, da un’unità di personale tecnico-amministrativo, coadiuvato da studenti tutor, sotto la supervisione di un docente delegato per le relazioni internazionali e la mobilità studentesca. Gli accordi di mobilità internazionale con università/enti stranieri sono generalmente promossi dai docenti del Corso di Laurea in Scienze dei Servizi Giuridici. In particolare, sono stati finora stipulati:

  • 54 accordi Erasmus di mobilità ai fini di studio con università partner dislocate nei seguenti paesi europei: Austria, Belgio, Cipro, Croazia, Estonia, Francia, Germania, Lituania, Malta, Polonia, Portogallo, Romania, Spagna, Turchia e Ungheria;
  • 4 accordi di mobilità ai fini di tirocinio da svolgersi presso uffici amministrativi e centri di ricerca presso università in Spagna e Polonia;
  • 2 accordi bilaterali che contemplano la mobilità sia a fini di studio che di tirocinio con due università situate in territori extra-europei (Argentina e Brasile).

Referenti del Corso di Laurea

  • SANNA Valentino
  • ADDIS Elisabetta
  • NONNE Luigi
  • ORTU Rosanna
  • BUFFONI Laura
  • COMENALE PINTO Michele Maria
  • D’ORSOGNA Domenico
  • OCCHIENA Massimo
  • PAJNO Simone
  • GAZZOLO Tommaso
  • SERRA Maria Luisa
  • RINOLFI Cristiana Maria Anastasia
  • FLORE Egidia
  • MELE Franca Maria
  • BARROCU Giovanni
  • COMENALE PINTO Michele Maria
  • COSSEDDU Adriana
  • CUCCU Francesco
  • FERRANTI Gabriella
  • GAZZOLO Tommaso
  • LAI Piergiuseppe
  • MELE Franca Maria
  • NONNE Luigi
  • ORTU Rosanna
  • RINOLFI Cristiana Maria Anastasia
  • SERRA Maria Luisa

“La scienza giuridica (…) più che qualunque altra scienza  richiede un impegno morale in chi la professa”

 

Salvatore Satta, Soliloqui e colloqui di un giurista, 1968, XIX

Contattaci per informazioni sul corso di laurea

Contattaci